Carceri. Antigone: “Il rapporto del CPT evidenzia questioni su cui è urgente intervenire”

21 Gennaio 2020 – Ass. Antigone

Questa mattina il Comitato Europeo per la Prevenzione della Tortura, organo del Consiglio d’Europa, ha pubblicato un report (lo si può leggere qui, mentre qui si può leggere la sintesi tradotta da noi in italiano) sulla visita effettuata in Italia nei mesi scorsi e durante la quale i membri del Comitato avevano visitato alcune carceri del nostro paese.

“Quello che emerge nel report – il commento di Patrizio Gonnella, presidente di Antigone – è una situazione che denunciamo da diverso tempo e che abbiamo avuto modo di segnalare anche al CPT, incontrato da noi durante la loro visita. La spinta riformatrice post sentenza Torreggiani si è fermata e questo ha prodotto e sta producendo un peggioramento delle condizioni di detenzione, con situazioni gravi sulle quali chi ha responsabilità politiche dovrebbe intervenire con urgenza”.

I membri del CPT, tra i vari istituti, hanno visitato anche Viterbo e Biella. In queste carceri erano già emerse numerose denunce da parte di detenuti che segnalavano episodi di violenza subiti da parte degli agenti di polizia penitenziaria. Il Comitato ha ritenuto che la documentazione supportasse la veridicità delle accuse di maltrattamenti. “Questi casi di violenze erano stati oggetto di esposti da parte della nostra associazione – sottolinea ancora Gonnella. A maggior ragione dopo la pubblicazione del rapporto del CPT auspichiamo che ci sia una accelerazione sia nell’indagine amministrativa che in quella penale. Sarebbe anche importante che arrivasse il segnale esplicito da parte del governo intorno all’assoluto e categorico divieto di uso arbitrario della forza. Sappiamo che questi episodi non accadono dappertutto e dunque, a maggior ragione, è possibile un’opera di prevenzione. Nel rapporto si legge come, tra gennaio 2017 e giugno 2019, il numero di agenti sottoposti a procedimento disciplinare per fatti di maltrattamenti sia pari a 11 unità. 52 sono invece coloro che sono sottoposti a procedimento penale. La maggior parte di questi fatti è ancora pendente dinanzi alla magistratura”. (altro…)

Approfondisci

Progetto djembè in carcere

Sostieni il progetto di raccolta fondi online (crouwdfunding) attivo sulla pagina di Produzioni dal basso per l’acquisto di alcuni djembè (tamburi dell’ Africa sub-sahariana) da portare in carcere a Sollicciano per rendere meno pesante la detenzione dei reclusi africani.
Per avere un dettaglio sul progetto visita la pagina: https://www.produzionidalbasso.com/project/djembe-in-carcere/
Il progetto prevede anche piccole “ricompense” per i primi che parteciperanno alla raccolta.
Grazie!

Approfondisci

Lunedì 29 Luglio a Firenze Via Cavour 4 – PRESENTAZIONE DEL VOLUME- CARCERE E GIUSTIZIA RIPARTIRE DALLA COSTITUZIONE

Franco Corleone, Corrado Marcetti, Saverio Migliori, Emilio Santoro, Grazia Zuffa invitano all’incontro nella ricorrenza del Terzo Anniversario della scomparsa di Alessandro Margara.

Il libro introdotto da Franco Corleone e Grazia Zuffa, raccoglie la discussione nata sull’uso populistico della giustizia penale e del carcere, quali armi contro i nemici sociali, avvenuta l’8 e 9 febbraio 2019 durante il convegno  “Carcere e Giustizia ripartire dalla Costituzione rileggendo Alessandro Margara”. Come riferimento per la lettura del volume viene presentato il testo di Alessandro Margara su come rispondere alle leggi ingiuste e razziste, con le testimonianze di Francesco Maisto e Beniamino Deidda.

“Meno stato e più galera”: così si esprimeva profeticamente Margara qualche anno fa. Seguendo il suo pensiero sono state due le questioni messe al centro del dibattito: l’intreccio tra penale e politica, il significato che la giustizia e il carcere hanno assunto nel senso comune.
Gli autori e le autrici dei saggi sono: Luigi Ferrajoli, Maria Luisa  Boccia, Tamar Pitch, Lucia Castellano, Andrea Pugiotto, Stefano Anastasia, Giovanni Salvi, Patrizio Gonnella.
Sono pubblicate infine le conclusioni degli otto laboratori tematici che hanno preparato l’incontro di febbraio: Città e sicurezza, OPG e Rems, 41bis e ergastolo, Droghe e carcere, Gli spazi della pena,  Giustizia di comunità, Immigrazione e “sicurezza”, Donne e carcere.

Il volume si chiude con il rapporto sull’avvio dell’Archivio Margara.

Vedi programma dell’evento cliccando qui di seguito: 29luglio

Approfondisci

Corso di formazione/aggiornamento per tutti i volontari e gli aspiranti al volontariato carcerario – dal 16/09 al 16/12 – Firenze

L’associazione Pantagruel organizza per il prossimo autunno un corso di formazione/aggiornamento per tutti i volontari e gli aspiranti al volontariato carcerario, e per chi avesse interesse a conoscere la realtà carceraria. Il corso è infatti volto a “conoscere la complessa realtà del carcere”, indispensabile per perseguire la nostra finalità di difesa dei diritti dei detenuti.

Il corso persegue l’obbiettivo citato chiedendo l’intervento dei responsabili delle funzioni fondamentali del carcere, comprese quelle esercitate anche dalle altre associazioni di volontariato con le quali costituiamo una rete operativa con diverse caratteristiche ma con intenti convergenti.

Il corso si articolerà nel programma che si riporta di seguito con gli incontri che alla lezioni frontali, della durata di 30’ minuti, farà seguito una parte di rielaborazione, analisi critica, e chiarimenti.  Gli incontri si terranno nei locali della Comunità Valdese in via Manzoni 21, Firenze, nei giorni indicati dal 16.09 al 16.12 (dalle ore 18.30 alle ore 20,30):

16/09 Presentazione del corso e dell’associazione (Giuseppe Matulli e Salvatore Tassinari);

23/09 La Magistratura di Sorveglianza nell’ordinamento penitenziario (incontro col Dott. Marcello Bortolato);

30/09 La rete delle associazioni del volontariato (incontro con L’Altro Diritto, AVP, Il Muretto, Ciao);

07/10 La Direzione del Carcere di Sollicciano  (incontro col Dott. Fabio Prestopino);

14/10 L’Istituto M. Gozzini (incontro con la Dr.ssa Antonella Tuoni);

21/10 La sicurezza (incontro con il comandante Massimo Mancaroni);

28/10 Il trattamento per il recupero (incontro con Gianfranco Politi e Claudio Pedron);

04/11 La sanità in carcere (incontro con la Dr.ssa Sandra Rogialli);

11/11 La malattia psichiatrica e il carcere (incontro col Dott. Franco Scarpa);

18/11 incontro con i Garanti dei detenuti (comunale Eros Cruccolini, e regionale Franco Corleone);

25/11 Le dipendenze (incontro con il SERD  Dr.ssa M.Grazia di Bello e Susanna Falchini);

02/12 Le pene alternative (incontro con la Dr.ssa Susanna Rollino dell’UEPE);

09/12 Incontro con lo psicologo;

16/12 Incontro con uno o più ex detenuti.

Per iscriversi è sufficiente far avere alla nostra associazione: nome, cognome, numero di telefono e mail.

Quota d’iscrizione da versare al primo incontro in programma: 20 € per studenti e disoccupati, 35 € per lavoratori.

L’associazione rilascerà un attestato finale a chi abbia frequentato almeno 9 incontri.

Per info :

Associazione Pantagruel ODV

Via di Mezzo, 39R – Firenze

tel. 055473070

e-mail: segreteria@pantagruel.org

Approfondisci