Laboratori al fresco

Il progetto, finanziato dal Comune di Firenze – Direzione Servizi Sociali, iniziato nel 2015 e terminato nel dicembre 2017, ha proposto diverse attività in carcere a Sollicciano e Istituto Mario Gozzini, tra laboratori e corsi, tra i quali: scrittura, cucito, ceramica, informatica, musica, danza, italiano di base per stranieri, attività con i cani, corsi per alimentaristi, colloqui via skipe dei detenuti, ecc. svolti insieme alle associazioni partner del progetto: CIAO, Il Muretto, Informatica Solidale.

Ogni laboratorio è stato portato avanti da operatori specializzati, che hanno lavorato nell’ottica del trasferimento delle competenze, coadiuvati da uno o più co-operatori volontari.

La filosofia portante e condivisa del presente progetto si è basata sull’idea che le competenze siano patrimonio trasferibile dal docente all’utente al fine di far emergere nell’utenza stessa il desiderio o la capacità di poter guidare loro stessi un percorso formativo. Il progetto ha puntato ad avviare un processo educativo basato sul peer to peer ovvero l’educazione tra pari.

Lascia un commento